Strage del Cermis, 1998 – 2024| Crimine degli alleati statunitensi – Un atto terroristico mai pagato

Il 3 febbraio 1998 un aereo militare americano tranciava i cavi della funivia facendola precipitare e causando venti morti. Il 9 marzo 1976 l’altro incidente, che provocò 42 vittime.

Aurora – la neve del Cermis

“La montagna cullava il cielo sulle pendici del Cermis

Va un aereo a bassa quota ed uno schianto fragoroso
Chissà se hanno capito che stavano morendo
Chissà se hanno capito che tutto stava finendo
Un cavo si è spezzato sulle pendici del Cermis
Una ferita dentro al cuore, cuore di un popolo sovrano
Chissà cosa hanno pensato mentre stavano cadendo
Chissà se hanno capito che tutto stava finendo!
È rossa la neve del Cermis, è grande la rabbia dentro me!
È rossa la neve del Cermis, giustizia per i morti del Cermis!
Un governo di bugiardi ci ha promesso severità
Puniremo i responsabili e chi ha sbagliato pagherà
E l’Europa si domanda se quel giorno arriverà
Se un giorno la giustizia per una volta vincerà,
Ma l’America già sa la soluzione del problema
Con chi teme si contratta sempre col solito schema
C’è una compagna da far tornare, il Cermis aspetterà
Hanno venduto la giustizia in nome della loro viltà!
È rossa la neve del Cermis, è grande la rabbia dentro me!
È rossa la neve del Cermis, giustizia per i morti del Cermis!
È rossa la neve del Cermis, è grande la rabbia dentro me!
È rossa la neve del Cermis, giustizia per i morti del Cermis!”