Santa Marinella – Proposta politica per l’approvazione immediata dell’iniziativa di legge per contrastare condotte di maltrattamenti e abuso su soggetti deboli e indifesi | Centro Studi Aurhelio

Lunedì scorso, si è tenuto un incontro tra il Deputato On. Alessandro Battilocchio, i Consiglieri comunali Bruno Ricci e Massimiliano Calvo e il presidente del Centro Studi Aurhelio Massimiliano Baldacci. Tema del confronto, sollecitare le istituzioni locali e nazionali, circa la legge ferma al Senato in Commissione Affari Costituzionali, inerente alle misure da adottare per contrastare maltrattamenti presso rsa e asili nido.

La proposta di legge 897, già votata con l’opportuna copertura finanziaria alla Camera – che vede come prima firmataria l’On. Annagrazia Calabria e cofirmatario proprio l’On. Battilocchio entrambi di Forza Italia, a seguito dei tragici eventi in corso di accertamento nella nostra cittadina presso la RSA Santa Marinella, non può rimanere bloccata un giorno di più.

Dopo l’approvazione alla Camera, la proposta di legge si è arenata in Commissione al Senato da due anni e al momento sembra che non ci sia la volontà a farle riprendere l’iter per giungere in aula. Occorre dunque partire da ciò che è accaduto a Santa Marinella ma è necessario procedere affinché non si verifichi mai più, in nessun luogo. Per questo, serve una mobilitazione immediata, per la quale occorre il sostegno della politica e di tutti i cittadini. 

A tale riguardo, si è già attivato con una interrogazione scritta, il Senatore della Lega De Vecchis, con il quale Aurhelio avrà a breve un ulteriore confronto.

Non meno decisiva, potrà essere la proposta di mozione – redatta dal Centro Studi Aurhelio – che verrà presentata con primi firmatari i consiglieri Ricci e Calvo, nella quale si chiederà al consiglio comunale di Santa Marinella di impegnarsi a sollecitare tutti gli enti istituzionali e i loro rappresentanti per sostenere l’approvazione della iniziativa di legge 897. La proposta di far installare le telecamere per il monitoraggio contro il maltrattamento di bambini, anziani, malati e disabili è infatti ferma da troppo tempo inspiegabilmente, ogni tanto se ne torna a parlare, eppure manca la volontà di riprendere seriamente i lavori. Aurhelio a tale riguardo si è da subito attivato e lo farà anche con iniziative sul territorio.

Ci auguriamo che i cittadini vogliano partecipare e attivarsi, nei confronti dei loro interlocutori politici locali, regionali e nazionali, per promuovere l’approvazione la legge e non far più accadere questi eventi che stanno sconvolgendo tutta la popolazione, aldilà delle appartenenze territoriali.

Il direttivo del Centro Studi Aurhelio