Santa Marinella – Fu Turismo 2021| La soluzione 4.0 per la promozione turistica, del delegato ad interim Pietro Tidei / Comunicato stampa

Così come per gli ultimi due anni, ci troviamo di fronte alla più totale impreparazione di fronte alla programmazione estiva, di cui al 28 Giugno ancora non si conosce un beato fico secco. Il Cartellone estivo non si trova, tanto da far invidiare la via Marcozziana ad una perla d’estate. Come da manuale, con un ponte del 29 giugno totalmente al buio, il delegato al turismo ha pensato bene di fondere due esercizi di stile a lungo meditati. Il primo, quello di farsi bello con il cartellone programmato dal Castello della Regione Lazio di Santa Severa su cui l’amministrazione comunale si è riservata di collaborare per uno straordinario book fotografico con il Presidente Zingaretti, con tanto di buffet pantagruelico chissà poi pagato da chi. Il secondo, tenendo ben nascosto un cartellone estivo, programmato con i soliti noti e per il quale a nulla sono valsi i reiterati appelli del Centri Studi Aurhelio di creare un tavolo permanente sul turismo per evitare le solite soluzioni sciamannate con la pummarola ngoppa.
Quindi, tanto per cambiare, gli operatori delle attività ricettive dovranno trovarsi di fronte a eventi all’ultimo momento; le associazioni coinvolte saranno solo quelle che fanno riferimento al magico cerchio del fantomatico comitato; gli artisti coinvolti saranno sempre quelli degli amici dell’amministrazione; la congestione di eventi nel centro di Santa Marinella tra il venerdì e la domenica – quando il territorio comunale è lungo 15 chilometri e le attività andrebbero promosse durante la settimana, perché comunque nel fine settimana ci pensano i locali. Insomma, siamo alle solite, l’industria dello spettacolo popolare, pagato con i soldi dei contribuenti dovrà essere proposto dalla élite radical chic tideiana che, troverà modo di educarci con le sue proposte ideologicamente dogmatiche. Continuiamo così, guai ai vinti.

Il direttivo del Centro Studi Aurhelio