Santa Marinella, 7 settembre 1943 | 2021, Giornata della Ricordanza – Settantottesimo anniversario del bombardamento e della strage di civili nella Perla del Tirreno

Oggi ricorre l’anniversario della strage di civili che seguì al bombardamento criminale di Santa Marinella. Le vittime di quel vile atto terroristico furono ben undici e decine e decine furono i feriti.

Nella notte tra il 7 e l’8 settembre del 1943 (con l’Armistizio già firmato) dalle ore 22,00, un attacco aereo della RAF – al ritorno del suo viaggio verso l’alto lazio, per liberarsi dei residui del carico assassino – decise di seminare terrore, morte e dolore nella nostra cittadina.

Il luogo colpito fu quello della ex scuola elementare Pirgus e delle abitazioni intorno ad essa. Tra le undici vittime la moglie del famoso attore romano Riento, una levatrice di Civitavecchia, Enrico Milani (pastore abruzzese) e Stefano Cavolina. In questo momento ci stanno giungendo altre segnalazioni con i nomi mancanti.

A quasi 80 anni da quel tragico evento – senza alcun tipo di necessità di tipo militare, nulla è stato fatto per custodirne la memoria. In tutto questo tempo, non è mai stato dedicato un appuntamento, una ricerca, una lapide o una semplice citazione.

Questa sera alle ore 19,00 – in prossimità della ex Anagrafe comunale sul lungomare Guglielmo Marconi, oltre a dedicare un minuto di silenzio per le vittime, saremo lieti di definire un percorso condiviso, per costituire un Comitato dedicato con coloro che sono interessati.

Il direttivo del Centro Studi Aurhelio