Santa Marinella – Parcheggi Rosa | Ennesima fiera del superfluo a cura della amministrazione comunale

Non passa giorno che la creatività, dei vari delegati di questa amministrazione comunale, generi iniziative strampalate assolutamente inconsistenti. È il caso dei tanto sbandierati parcheggi rosa che, se la memoria non ci tradisce, furono inaugurati nel 2016 e che oggi – con una verniciatina, certamente doverosa, vengono pubblicizzati associandoli alla Giorno della festa della donna, l’8 Marzo. Aldilà che l’iniziativa a quanto sembra, intenda sfuggire alle indicazioni relative alla proibizione degli assembramenti pubblici, emanate dal governo, ci sono aspetti del tutto sorprendenti come ad esempio la fanfara mediatica con la complicità del Sindaco Tidei e quella della Delegata Calistri.

Il primo è l’evidente sciacallaggio, relativamente a qualcosa che c’è già e non si capisce cosa ci sia da inaugurare, la seconda con l’associazione alla festa dell’8 Marzo andando a connotare ideologicamente una questione di viabilità che, con quella, non ha alcuna relazione. La terza, non da meno, è che se proprio fosse stato necessario riconsiderare la questione dei parcheggi di cortesia, non si capisce perché oltre alle donne in stato di gravidanza, non si sia considerato un parcheggio speciale che tenesse conto anche di soggetti con figli piccoli da gestire, siano essi in stato di gravidanza o meno. Insomma, l’ennesima prova dimostrante il fatto che di fronte ad un aspetto interessante, ci si disponga cercando consenso anziché volendo risolvere il problema. Sulla viabilità, l’illuminazione e sui parcheggi a Santa Marinella e Santa Severa, c’è molto da lavorare, sarebbe forse il caso che le priorità della Consigliera Befani, venissero seriamente riconsiderate.

Il Direttivo del Centro Studi Aurhelio