Santa Marinella – IV Novembre, una commemorazione vergognosa | Il Vice Sindaco Bianchi non è stato all’altezza della solennità del momento

Questa mattina, alla presenza di numerose autorità, consiglieri comunali e cittadini comuni, abbiamo avuto modo di assistere ad una delle commemorazioni più ridicole mai avvenute nel nostro comune. La figuraccia istituzionale è stata fatta dal Vice Sindaco Andrea Bianchi che, in un telegrafico intervento di 50 secondi – che avremmo dovuto registrare e ritrasmettere per darne compiutamente conto – è stato capace di non citare quattro elementi essenziali di una celebrazione fondante la nazione italiana.
Oltre ai saluti di rito, non ha citato nemmeno la data, ha ricordato la giornata delle forze armate che tanto hanno dato alla nazione e che in questo momento stanno aiutando il paese in questo periodo di difficoltà. Che fosse il IV Novembre, il motivo per il quale si celebrava, il fatto che fosse il giorno dell’Unità nazionale, il doveroso ricordo ai Caduti e ai grandi atti di generosità, sofferenza ed eroismo del popolo italiano è passato sotto un silenzio assordante. Praticamente, del giorno della straordinaria Vittoria nel primo conflitto mondiale, non se ne è accorto nemmeno lui. Ci chiediamo, è possibile che il vice Sindaco di una città come Santa Marinella, non conosca i fondamentali che vanno sottolineati e gli elementi costitutivi da dover necessariamente citare in una celebrazione come quella di oggi? Forse sarà il caso che il Sindaco Tidei istruisca meglio i suoi vicari, in appuntamenti così importanti per la nostra Patria.
Perla finale, allo scioglimento della manifestazione da parte dello stesso vice sindaco, ha fatto scalpore l’intervento di Don Salvatore, intervenuto precedentemente solo per la benedizione di rito. Praticamente – cosciente dell’imbarazzo generale – in un minuto, ha fatto un discorso più patriottico di Bianchi da far invidia a Peppone, riscuotendo un grande applauso. Quello che ci preoccupa ancora di più, è che di questo passo, alla prossima occasione, potremmo vedere il delegato all’ambiente e alla nettezza urbana, impartire la benedizione a orbi e sordi.

Il consiglio direttivo del Centro Studi Aurhelio