Generale Soleimani… Presente!

È con il cuore gonfio di tristezza che dobbiamo annunciare il martirio e il passaggio nella gloria dell’Altissimo, del Generale Soleimani. Uomo pio e intelligentissimo, difensore degli oppressi di tutto il mondo. Il Centro Studi Aurhelio si stringe al dolore della famiglia e di tutti coloro che lo hanno amato, nella certezza che il suo sacrificio non sarà vano.

Il vigliacco americano ha sganciato le sue bombe nei pressi di Baghdad e tra le vittime c’è il glorioso Generale Qassem Soleimani, al comando della Forza Quds del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica dell’Iran.
Uomo integerrimo, eroe vero e coraggioso servitore nella lotta contro l’oppressore, Soleimani era – e sarà per sempre – una figura di riferimento per tutti gli iraniani e tutti gli uomini e le donne che non si piegheranno mai al giogo arrogante degli arnesi del demonio, dagli Stati Uniti fino ai loro mandanti.
Il pusillanime Trump, che ha ordinato l’attacco e ha decretato la morte di Soleimani con un clic, ha voluto sopprimere l’uomo che guidava l’Iran – e tutto il Medio Oriente che non si allinea alla schiera a stelle e strisce – per minare l’opposizione ferma e risoluta dell’Iran. Ma forse Trump ignora che dietro Soleimani ci sono decine di uomini valorosi pronti a prendere le redini della lotta fino all’estremo sacrificio e che _”sia gli Stati Uniti che i Sauditi, o chiunque altro, non potranno far nulla, e questo perché, dinanzi alla volontà di Dio, essi sono meno di nulla…. Perché questo popolo è pronto al sacrificio e quindi meritevole di vittoria”_.

Azione Tradizionale

“Di solito nella rappresentazione popolare il Paradiso è descritto come un emozionante paesaggio colorato, ruscelli gorgoglianti, belle donne. Ma c’è un altro tipo di Paradiso: il campo di battaglia. Il campo di battaglia per la propria Patria

Generale Qassem Soleimani